SANTUARIO DI HERA

Tavole Palatine



Ingrandisci Mappa
SANTUARIO DI HERA
francesco

E’ il simbolo di tutto il metapontino,ed anche della Basilicata stessa,testimonianze della floridezza dell'antica polis di Metapontum.  Era il  sacro esterno alla città.

 Realizzato in stile dorico nel 530 a.C., è l'unico edificio monumentale di culto di cui si conserva parte del colonnato esterno, posto lungo un’importante asse della viabilità antica del territorio metapontino, in posizione dominante rispetto alla grande vallate del fiume Bradano, quasi a controllo della linea di frontieraverso nord (Taranto) con il fiume Bradano in cui gli storici greci indicavano il limite settentrionale dell’Italia.La costruzione originaria aveva 6 colonne sul lato corto e 12 colonne su quello lungo, ma ne rimangono solo 15, disposte in due ali, rispettivamente di 10 e 5 colonne ciascuna, le quali sostengono due pezzi dell'architrave.

 Il rapporto topografico ancora esistente con la moderna statale Ionico n. 106, che ripropone tracciati precedenti, è un chiaro indizio della funzione strategica svolta in antico da questo santuario.

 Indicato come tomba di Pitagora o Tavole Palatine, ha rappresentato spesso nell’immaginario popolare l’intera città, ormai distrutta ed abbandonata.  Si tratta invece, di un elegante tempio dorico periptero con 6x12 colonne, costruito nella seconda metà del VJ sec.a.C.  In età Repubblicana ed Imperiale romana l’area conserva tracce di una frequentazione umana, anche se non può essere provato il mantenimento della sua funzione religiosa. Oggi il sito è liberamente visitabile gratuitamente ed è sempre aperto al pubblico

Precedente S.Salvatore
Successivo Santuario Extraurbano Pantanello
Stampa
1525 Valuta questo contenuto:
Nessuna valutazione
Latitudine40,42
Longitudine16,82
Cavallo
Bici
A piedi
Adatto agli anziani
Adatto ai bambini
Foto in gallery principale
Costo sosta cavallo0,00 €
Costo sosta0,00 €

Si prega di eseguire illogin or register per inviare commenti.