Punti Sosta

AGRITURISMO PETRALUCANA

S.S 175 Km 16,5 Contrada Pezzolle Montescaglioso Matera 75024 Italy

rocco 0 1418 Valutazione contenuto: Nessuna valutazione
Azienda Agricola Biologica con coltivazioni di agrumi, frutta, olivi, cereali, ortaggi e pascoli. Antica masserìa ottocentesca in pietra vicino Montescaglioso e Matera. Dall' alto della collina si osserva il paesaggio della campagna lucana con la valle del fiume Bradano e panorama sulla città di Matera. Verso sera si ammirano i meravigliosi tramonti del sole all'orizzonte. Assolata e tranquilla assicura benessere e relax ai propri ospiti.

Giochi per bambini, animali della fattoria, passeggiate e trekking a piedi o in bicicletta, profumate spezie ed essenze mediterranee ornano i caratteristici giardini in pietra. Comode camere da letto doppie e triple arredate con mobili in arte povera, offrono agli ospiti un tranquillo e confortevole pernottamento. Nelle caratteristiche sale si degustano i piatti tipici della cucina locale e genuini prodotti aziendali.

Da Visitare: I Sassi di Matera, l'Abazìa Benedettina di S. Michele Arcangelo di Montescaglioso, Il Parco storico naturale delle Chiese Rupestri, l'Oasi naturale di S. Giuliano, il Parco Nazionale del Pollino, il Castello del Malconsiglio di Miglionico, i Trulli di Alberobello, le Dolomiti Lucane di Castelmezzano e Pietrapertosa , la Cattedrale di Altamura, il Castello di Federico II di Castel del Monte, il Tempio di Hera e Apollo Licio di Metaponto e i musei archeologici della Magna Grecia, le Spiagge Ioniche del Metapontino.

PUNTO DI SOSTA PADRI TRINITARI BERNALDA

rocco 1 2422 Valutazione contenuto: Nessuna valutazione
Sotto i lunghi porticati della città costruita a cerchio rispettando la planimetria della vecchia masseria attorno a una piazza vastissima si ritrovano gli ospiti accolti dai Trinitari, i volontari spingono le carrozzelle, la disabilità non impedisce di divertirsi e anche di innamorarsi, la vita è divertente se la sera si balla, si suona, ci si parla, si guarda l'orizzonte piatto di una vasta campagna. La sofferenza è guardata con ottimismo, chi ne è colpito continua ad avere credito e, anzi, ha un'attenzione privilegiata. E per i più fortunati, per tutti noi "normali" afflitti da tristezza più o meno cronica, una passeggiata in cima al Cristo dello Jonio non potrà che ricomporre qualche crepa.articolo completo
RSS


Ingrandisci Mappa