Lago Salinella



Ingrandisci Mappa
Lago Salinella
rocco

Tutti ne hanno sentito parlare,ma pochissimi lo hanno visto realmente. Pochi sanno,in quanto poco pubblicizzato (e quindi venduto come attrattivtà turistica da Metaponto) ,che nel territorio di Bernalda è presente un Lago!!! Un lago condiviso con la Puglia, in quanto le sue acque bagnano i territori di Bernalda e Ginosa, da quest'ultimo comune invece viene pubblicizzato in maniera massiccia su tutti i media della ridente cittadina pugliese a confine e rappresenta un punto di riferimento di tutti i turisti in vacanza a Marina di Ginosa. Visitare il lago da Metaponto invece è meno agevole per via del Fiume Bradano che si interpone e adesso anche dalle sconnessioni viarie causate dall'alluvione del marzo 2011 che ha divelto l'unica strada di accesso, ma Cea... ha trovato una via di acesso alternativa.

E' un paradiso terrestre,un luogo di straordinaria di biodiversità,lo stesso sarà oggetto di visite guidate che proporremo ai cittadini e soprattutto alle scuole ...intanto con questa pagina web ve lo presentiamo.

Il Lago Salinella è un lago costiero retrodunale, posto lungo il confine regionale che separa la Puglia dalla Basilicata, situato a cavallo dei territori comunali di Ginosa (Taranto) e Bernalda (Matera), occupa il tratto terminale dell'antico alveo del Fiume Bradano estendendosi per una superificie di circa 140 ettari. Essa è un vastoc anneto con estesi specchi d'acqua circondato da una cintura di scirpus maritimum e altre essenze come la salicorna fruticosa, l’arthrocnemum glaucum, la suaeda fruticosa.

 

L'acqua dolce viene dalla falda e dal collegamento mediante canali con altri corsi d'acqua del circondario. Le acque sono salmastre ed in generale la profondità non supera i due metri. Nonostante abbiano dimensioni ridotte questi straordinario ambiente permette la presenza di rare specie vegetali e la vita di moltissime specie animali, principalmente uccelli,ma di rilievo è anche la sua entomofauna. Nel lago Salinella può essere riscontrata una ricca fauna ittica, tra cui in cefali ed anguille che attirano una ricca fauna di migratori.

La Flora

L’elemento più importante di questa oasi è proprio la funzione di punto di appoggio per le varie specie di uccelli migratori. La vegetazione presente è composta da Acacia saligna, Salicornia europea, Artrocnemo, Atriplice, Canneti, Pini e Tamerici.

La Fauna

Le specie di uccelli più interessanti si possono osservare durante il periodo primaverile: la Moretta tabaccata,l’Airone cenerino, l’Airone rosso, il Tarabusino, i Piro-Piro, l’Avocetta, il Cavaliere d’Italia e i falchi di Palude Nel periodo primaverile e autunnale il sito ospita un elevato numero di anatidi (marzaiola, canapiglia, mestolone, fischione, moriglione e la rara moretta tabaccata), aironi (airone cenerino e rosso, garzetta,sgarza ciuffetto e tarabusino) e rapaci (falco di palude, falco pescatore, albanella minore e reale),Anatre(Marzaiola, Canapiglia, Mestolone, Fischione, Moriglione, la rara Moretta tabaccata), Aironi (Airone cenerino e rosso, Garzetta, Sgarza ciuffetto e Tarabusino) e rapaci (Falco di palude, Falco pescatore, Lodolaio, Falco cuculo, Albanella minore e reale). Le acque basse del lago danno rifugio a numerose specie di trampolieri come il Piro Piro culbianco e boschereccio, la Pettegola e il Totano moro, l'Avocetta dal caratteristico becco rivolto verso l'alto e il Cavaliere d'Italia. Il Lago di Salinella è infatti una delle più importanti zone umide della costa ionica ed è situato lungo una delle principali rotte migratorie della penisola.

Nel canneto sostano si riproducono altre specie quali l’usignolo di fiume, il beccamoschino, il cannareccione, la cannaiola ed il pendolino. Occorre inoltre segnalare la presenza di rettili tra i quali la natrice dal collare, la tartaruga palustre e la natrice tassellata e di vari anfibi quali il rospo smeraldino, la raganella, la rana esculenta.

Le aree umide ospitano una serie di insetti fondamentali per le catene alimentari(plecotteri, tricotteri, efemerotteri, odonati) che hanno la fase larvale in acqua e la fase adultasotto forma di individui volatori, preda di altri insetti, di numerosi uccelli (Calandrelle, anatre, gru, martin pescatore) o anfibi (Rana italica e dalmatina, Bufo bufo e Bufo viridis).

L’area è stata individuata come Oasi di protezione dalla Regione Puglia (140 ettari). Il lago inserito dal 1994 nel repertorio delle aree protette è anche segnalato dalla Società Botanica Italiana come “biotopo meritevole di conservazione”, mentre la LIPU è concessionaria dal 1996 della gestione di una parte dell’area estesa su 3 ettari,dove è presente un buon punto di osservazione per gli appassionati di birdwatcher.

La sua storia

Si tratta di un piccolo lago costiero, immerso in una splendida pineta di Pino d'Aleppo e Pino Domestico, scampato alle bonifiche degli anni '30 e '50, che con i suoi 140 ettari rappresenta l'ultima zona umida dell'arco jonico.E’ situato lungo il confine che separa la regione Puglia dalla Basilicata. Il lago occupa il tratto terminale dell'alveo fossile del fiume Bradano, che nel 1243, all'altezza delle Tavole Palatine, nella fascia metapontina, deviò il suo corso a seguito di un fenomeni di natura tettonica. L’area del Lago Salinella è una tipica zona umida, riconosciuta dalla Convenzione di RAMSAR da valorizzare e proteggere sia dal degrado che da qualunque dissennata speculazione. Le sue acque risultano salmastre a causa della contaminazione con le acque del mare. Un tempo pare che vi si producesse il sale; da qui il nome. Il Lago Salinella è minacciato dalla continua approvazione, da parte dell’amministrazione comunale di Ginosa di progetti di lottizzazione a finalità turistiche.


 

FONTE: www.ceabernaldametaponto.it

Precedente I sentieri del Parco di Gallipoli Cognato e Piccole Dolomiti Lucane
Successivo Lago Salinella e Torre Mattoni
Stampa
3252 Valuta questo contenuto:
3.0
Latitudine40,40
Longitudine16,86
Cavallo
Bici
A piedi
Adatto agli anziani
Adatto ai bambini
Foto in gallery principale
Costo sosta cavallo0,00 €
Costo sosta0,00 €

Si prega di eseguire illogin or register per inviare commenti.